Malinconiche riflessioni

“Noi e voi (giovani fascisti) siamo più vicini di quel che sembra. Questo qualcosa in comune che ci unisce vi è stato anche quando si combatteva al Nord… I giovani neofascisti, che sognano una grande Italia, sanno che tutte le vecchie classi dirigenti tradiscono ancora la gioventù”. Sono parole pronunciate da Enrico Berlinguer nel 1950, al tempo segretario della Federazione Giovanile Comunista. 

Quando Giorgio Almirante, come segretario nazionale del Movimento Sociale Italiano, si recò alle Botteghe Oscure per rendere omaggio alla salma di Enrico Berlinguer voleva porgere l’estremo saluto a un avversario leale e tenace.

Poi sono giunti gli affossatori del Movimento Sociale che oggi ne celebrano i settanta anni dalla fondazione: nostalgici di un partito la cui morte è stata da loro stessi provocata. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...