Letture per l’Avvento: una biografia di Martin Lutero

Il credente vive oggi, più di ieri, lo stesso tormento della Chiesa, vittima del trasformismo e lassismo clericali. È costretto, pertanto, ad assistere al vandalismo teologico, morale, liturgico che scuote la comunione romana dalle fondamenta. Ogni giorno, purtroppo, appare più impotente dinanzi ad una crisi che vede coinvolto nella impresa devastatrice lo stesso clero: dai vertici delle diocesi alle parrocchie delle grandi città sino ai più periferici luoghi di culto.

Il popolo di Dio è stato infatti costretto a vedere un papa, vicario di Cristo e successore di Pietro, rendere omaggio a coloro che si sono ribellati alla Chiesa rifiutando la sua centralità apostolica. Negli ultimi decenni molte incertezze e ambiguità, non pochi segni di deviazione e degenerazione sono stati dolorosamente rilevati provocando interrogativi e motivate riserve morali verso chi è chiamato a tutelare il patrimonio di fede e dottrina. È stato veramente desolante per ogni coscienza autenticamente cristiana assistere all’atto di un pontefice che è giunto, dimenticando secoli di tradimenti e di rinnegamenti, ad abbracciare i discepoli del sovvertitore, del superbo frate che si pose alla testa del moto di rivolta, Martin Lutero.

Chi fu Martin Lutero? Non molti cattolici, invero, sanno chi sia stato e quali misfatti abbia compiuto contro quella Chiesa cui si era consacrato. Di lui parla in un saggio ben documentato Angela Pellicciari, una storica della Chiesa che conduce il suo lavoro di ricerca nel rispetto della storia e in armonia con le proprie convinzioni. La Pellicciari non trascura alcun aspetto sia del personaggio che della età in cui visse, della temperie culturale, della Chiesa e della società che lo videro prima impegnato come sacerdote e come docente e poi, spinto dalla presunzione, come sobillatore delle anime in funzione antievangelica. La biografa dá ovviamente risalto al momento del distacco che lo condusse sulla via opposta a quella scelta resa possibile dalla sua intelligenza e dalla sua preparazione nel campo delle scienze sacre, ad occupare prestigiose cattedre. Al tradimento seguì una perversa mobilitazione nella diffusione di teorie che erano di ostacolo al Verbo. Così il protestantesimo fu, prima della rivoluzione francese, l’atto che spezzo la linea di civiltà che aveva nel Vangelo e nel magistero dei Padri, la propria fonte di vita. 

Nel disorientamento dei tempi attuali in cui la fede è sempre più appannata dal dubbio e dalla negazione, le pagine di verace ricostruzione storica della Pellicciari sono un antitodo al cattivo esempio dato dalle gerarchie religiose con parole devianti e iniziative per lo meno inopportune.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...