L’eroica lotta del popolo curdo

Non sono molti oggi i films per i quali valga la pena di trascorrere qualche ora dinanzi allo schermo cinematografico o televisivo. In questi giorni, però, pochi privilegiati hanno avuto la possibilità di prendere atto, attraverso uno scrupoloso documentario, di una realtà solitamente trascurata da osservatori e “inviati”.

La pellicola testimonia l’eroismo del popolo curdo che si batte, contando soprattutto sul proprio coraggio e sulla propria tenacia, contro il suo feroce nemico, l’islamismo prevaricatore e distruttore. Infatti, è grazie soltanto all’eroico sacrificio dei peshmerga – gli indomiti soldati di una gente che non si piega – se non si è spenta la speranza degli iracheni e dei siriani sottoposti da anni agli attacchi continui dei miliziani dell’Is. 

Il merito di questo non facile lavoro cinematografico è di Bernard-Henri Levy che fu uno dei più vivaci esponenti del famoso gruppo dei “nuovi filosofi”, formato da giovani pensatori francesi che si erano scrollati di dosso le rovinose fandonie del marxismo-leninismo: odiati per questo dai comunisti e dai loro valletti. Poi Bernard-Henri Levy si è perduto tra la folla di quella sinistra intellettuale che non si è ravveduta dopo il crollo del movimento filosovietico e seguita a provocare danni morali e sociali approfittando anche dell’impotenza di una destra priva di motivazioni ideali.

Ora questo notevole e rischioso contributo alla conoscenza di una umanità che lotta ogni giorno per la sopravvivenza e per la libertà va giustamente segnalato. Sono stati e continuano ad essere i curdi, come prova il filmato, a proteggere i cristiani dalla furia devastatrice di coloro che inneggiano a Dio e lo offendono sistematicamente con il loro comportamento. Se il cristianesimo non è stato ancora sradicato dalla terra che ha accolto la venuta di Gesù ed ha ascoltato i suoi primi apostoli, lo si deve alla determinazione di un popolo che ha il diritto di costituire una Nazione e uno Stato nel segno dell’indipendenza. 

Grazie, dunque, a Bernard-Henri Levy e ai suoi collaboratori che con lui hanno affrontato difficoltà e superato insidie per raggiungere un nobile fine. Onore all’impavido popolo curdo, degno di essere ricordato nelle pagine luminose della storia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...